Le traversiadi

(in produzione) In questa clip: la rivelazione della rivelazione. Il momento epifanico in cui Marco cita per la prima volta “le traversiadi”, che la rivelazione diventi il titolo del film è tragicamente inevitabile!

Il progetto in breve: Maurizio e Marco ripercorrono le tracce di Angelo Gherardi e Franco Maestrini, la traversata delle Orobie con gli sci. Io seguo da casa e fornisco supporto ove necessario. Il filmato è girato in Cinemascope, perché se è vero, come diceva Fritz Lang ne Il disprezzo, che il Cinemascope va bene per riprendere serpenti, credo che allo stesso modo vada benone anche per gli sci.

Qui da Varenna a Pasturo.

Qui raggiungo (e soccorro) i due alpinisti ai Piani dell’Avaro, dove si sono dovuti fermare a causa di uno sci spezzato:

Appunti telefonici. Angelo Gherardi, quando effettuò la traversata delle Orobie con gli sci per la prima volta nel 1971 non aveva un telefono cellulare, il gruppo di alpinisti che ripetè l’impresa nel1980 aveva due cineprese Super 8 e non aveva il telefono cellulare. Marco ha il telefono cellulare, libretto per appunti.

Maria Bigoni Maestrini, moglie di Franco Maestrini, ideatore della traversata delle Orobie con Angelo Gherardi, ricorda, ma non ama i ricordi. Giovanni, maestro di sci e gestore del rifugio S. Lucio, mostra la fotografia in cui Franco è a sua volta maestro di sci.

In questa clip: Domenico Avogadro, falegname, sciatore e ciclista, nel dopoguerra aveva costruito un paio di sci, per regalarli a Angelo Gherardi, futuro “inventore”, con Franco Maestrini, della traversata delle Orobie con gli sci.